Alessandro Cesati

Alessandro Cesati. Courtesy Alessandro Cesati, Milano

La galleria, fondata nel 1983 da Fiorenzo e Alessandro Cesati, è specializzata in scultura e oggetti d’arte europei dal Medioevo al XX secolo e ha sede nel pieno centro di Milano, a pochi passi dal Castello Sforzesco.
Forte di un’importante eredità familiare contraddistinta da eccellenze in campo artistico e musicale, la galleria Alessandro Cesati è rinomata a livello nazionale e internazionale da circa quarant’anni per l’attenta ricerca e selezione delle opere sulla base di criteri di qualità, rarità e curiosità.
Tra i propri clienti, la galleria annovera importanti collezionisti internazionali e alcuni prestigiosi musei, quali le Gallerie degli Uffizi di Firenze, la National Gallery di Washington e il Rijksmuseum di Amsterdam.
Insieme all’intermediazione e alla compravendita di opere d’arte, la galleria offre consulenze, stime e perizie, catalogazione, allestimenti, restauri e assistenza nelle pratiche d’importazione ed esportazione di opere d’arte.
La galleria partecipa da oltre trent’anni alle più prestigiose fiere d’arte in Europa, quali la TEFAF a Maastricht e la Biennale dell’Antiquariato di Firenze.
Alessandro Cesati è socio e consigliere dell’Associazione Antiquari d’Italia.

Mostre

Città Mostra Data
Milano Un Eccezionale Forziere Capo d'Opera Dal 25.10.2021
“Con una formula sintetica e non convenzionale, potrei dire che la nostra galleria seleziona e presenta arte antica europea tridimensionale.”

In conversazione con Alessandro Cesati

Qual è il tuo background?

Un bisnonno che nella Milano dei primi del ’900 partecipa attivamente alla vita culturale e supporta artisti del calibro di Medardo Rosso, un nonno direttore d’orchestra al quale devo quella sensibilità “musicale” che da sempre mi accompagna anche nell’approccio all’arte visiva, e un padre che frequenta fin da giovane cenacoli di artisti e mercanti. E poi anche una laurea in Architettura…

Il tuo programma: di che tipo di arte ti occupi?

Con una formula sintetica e non convenzionale, potrei dire che la nostra galleria seleziona e presenta arte antica europea tridimensionale: il focus della ricerca è rivolto alle sculture e gli oggetti d’arte europei, in un arco temporale piuttosto esteso, che va dall’alto Medioevo, alle produzioni rinascimentali e barocche, sino ad alcune opere significative della prima metà del XX Secolo.

Com’è cambiato il mercato dell’arte da quando hai aperto la tua galleria?

Nel corso dei decenni sono cambiate molte cose, e alcune in modo mirabolante, come i progressi delle tecnologie informatiche e delle comunicazioni. Internet e social network hanno rivoluzionato molte dinamiche economiche, comprese la compravendita di opere d’arte e, soprattutto, la percezione e la fruizione dell’arte, determinando una trasformazione radicale nel rapporto con il pubblico.

Sei un collezionista?

Sono intimamente convinto che tutti i mercanti d’arte di professione siano in fondo dei collezionisti, e neppure io sfuggo alla regola. Ho personalmente inaugurato nel corso del tempo diverse collezioni, sempre legate alle mie materie predilette: nutro una passione speciale per gli oggetti e le sculture di piccola taglia nei più diversi materiali.

Come immagini la tua galleria tra dieci anni?

Sogno che la mia galleria diventi un luogo dove mettere a confronto opere di ogni epoca e regione, dove far convergere competenze e conoscenze specifiche legate al mondo dell’arte, dove collezionisti e appassionati siano attratti non solo dal piacere di vedere dal vivo le opere, ma anche dal poter incontrare persone con cui ragionare sul senso e sui valori culturali di quelle opere.

Leggi l’intervista completa

Artisti

  • Giovanni di Balduccio
  • Girolamo Campagna
  • Cristoforo Mantegazza
  • Giuseppe Piamontini
  • Libero Andreotti