SpazioA

Giulia Cenci, ground – ground, 2017, exhibition view, SpazioA, Pistoia. Courtesy SpazioA, Pistoia. Foto: Camilla Maria Santini

La galleria nasce nel 2008 dopo l’esperienza molto positiva e stimolante di Uscita Pistoia, uno spazio no profit nella periferia della città, dove Giuseppe Alleruzzo – fondatore di SpazioA – invita per alcuni anni amici artisti e curatori a prendere parte a progetti di mostre nel suo studio di artista.

SpazioA
Esther Kläs, Earth, 2018, exhibition view, SpazioA, Pistoia. Courtesy SpazioA, Pistoia. Foto: Camilla Maria Santini

La galleria si trasferisce poi in via Amati 13, in centro città, all’interno di una vecchia tipografia dismessa. Il programma alterna mostre collettive, personali, e progetti curatoriali. La missione è lavorare con artisti emergenti e mid-career – molti dei quali ora appartenenti alla scena artistica internazionale – e fornire loro uno spazio per sperimentare e discutere, oltre che presentare a collezionisti, curatori e visitatori molteplici pratiche artistiche che nella loro diversità rappresentano la scena contemporanea attuale. Nel 2013 è stato inaugurato, accanto alla galleria, un project space, per offrire agli artisti più giovani un luogo nel quale misurarsi con progetti site specific e ospitare eventi speciali con artisti storicizzati.

SpazioA
David Jablonowski, Futures Contract, 2019, exhibition view, SpazioA project space, Pistoia. Courtesy SpazioA, Pistoia. Foto: Camilla Maria Santini

Mostre

Città Mostra Data
Pistoia Waterlily Jaguar, Nona Inescu Fino a 30.04.2021
“La più grande sfida è continuare a fare questo lavoro con la stessa passione ed entusiasmo.”
Giuseppe Alleruzzo. Courtesy SpazioA. Foto: Carlo Favero

In conversazione con Giuseppe Alleruzzo, SpazioA

Quali sono le tue previsioni sul futuro del sistema dell’arte nel settore di cui ti occupi? Qual è la sfida più grande che dovrai affrontare?

Più che previsioni, il mio auspicio è per un sistema dell’arte che faccia ritornare al centro gli artisti e le loro idee, che vanno seguite e sostenute con fiducia e coraggio. La più grande sfida è continuare a fare questo lavoro con la stessa passione ed entusiasmo, consapevole che andando avanti le difficoltà generali potrebbero imporre delle scelte più strategiche e meno istintive.

Qual è il tuo background?

Sono nato nel sud d’Italia, sulla sponda calabra dello stretto di Messina, in un piccolo rione di pescatori. Mio padre era pittore. Dopo gli studi universitari in Architettura, mi sono occupato di design realizzando dei pezzi unici. Nel 2003 è cominciata l’esperienza di Uscita Pistoia, uno spazio no profit all’interno del mio studio d’artista, dove ho invitato amici artisti a condividere dei progetti di mostre.

SpazioA e SpazioA project space, Pistoia. Courtesy SpazioA
La galleria non porta il tuo nome raccontaci com’è nato.

Ho accolto il nome SpazioA da un’amica che me l’ha suggerito, senza chiederle grandi spiegazioni. Avendo fatto l’artista, mi ha aiutato a superare l’imbarazzo che il mio nome potesse essere anche il nome di una galleria.

Parlaci dello spazio che hai scelto per la tua galleria e il contesto nel quale è inserito.

Nel 2008, girando per il centro storico di Pistoia, ho scoperto e mi sono innamorato di una vecchia tipografia abbandonata di 200 metri quadri; da lì a poche settimane sono cominciati i lavori di restauro. Pistoia è particolarmente ricca di pregevoli monumenti romanici e rinascimentali, in particolare chiese. In più, a pochi chilometri dalla galleria, si trova la Fattoria di Celle, importante collezione d’Arte Ambientale immersa in un bellissimo parco.

Il tuo programma: di che tipo di arte ti occupi?

La scelta degli artisti è legata ai miei gusti e alle mie passioni: considero non meno importante la loro voglia di condividere con me i loro progetti e le loro idee per meglio sostenerli nella carriera. La missione è stata quella di lavorare con giovani artisti emergenti e mid-career, molti dei quali adesso appartengono alla scena artistica internazionale.

Leggi l’intervista completa

Artisti

  • Luca Bertolo
  • Chiara Camoni
  • Francesco Carone
  • Giulia Cenci
  • Daniel Gustav Cramer
  • David Jablonowski
  • Ode de Kort
  • Nona Inescu
  • Esther Kläs
  • Alessandro Mencarelli
  • Katarina Zdjelar
  • Santi Alleruzzo