L’Orto Botanico, respiro naturale in mezzo all’Urbe

Orto Botanico di Roma. Foto: Flávia Cardoso Suzuki

Nel cuore del tessuto urbano di Roma, ai piedi del Colle del Gianicolo e vicino alla storica Villa Farnesina, si nasconde un gioiello naturale che spesso passa inosservato. Si tratta del Museo Orto Botanico di Roma, dimora di una varietà vegetale unica nella Capitale e respiro in mezzo al caos dell’Urbe.

Museo Orto Botanico di Roma
Orto Botanico di Roma. Foto: Flávia Cardoso Suzuki

Il visitatore sarà accolto da un giardino ricco di sorprese. Qui si incontrano, infatti, un’incredibile varietà di alberi, piante e fiori provenienti da tutte le parti del mondo che costituiscono un vero e proprio museo naturale a cielo aperto di quasi dodici ettari di superficie. Durante il percorso, che parte dalla collezione di palme per terminare alla serra tropicale, il visitatore potrà anche ammirare numerose specie di bambù e attraversare un bellissimo giardino giapponese, avendo la possibilità di immergersi in una dimensione meditativa grazie alla freschezza e al silenzio dell’ambiente.

Museo Orto Botanico di Roma
Orto Botanico di Roma, Giardino Giapponese. Foto: Flávia Cardoso Suzuki

Il Museo Orto Botanico di Roma è infatti una tra le più ricche collezioni del suo genere in Europa ed elogio alla bellezza e all’infinita ricchezza che la natura ci regala. Proprio l’affascinante dialogo che si instaura tra piante geograficamente molto distanti tra loro costituisce un fil rouge con T293. La galleria, da sempre, considera la diversità (in ogni sua forma) uno degli elementi fondamentali del proprio programma, mirando all’integrazione di molteplici culture e linguaggi e collaborando con artisti provenienti da tutto il mondo, ciascuno caratterizzato dalle proprie peculiarità.

Scopri altri tips che parlano di

LazioParchi e giardiniRoma