Nuova vita per la Cappella Capece Minutolo del Duomo di Napoli

Cappella Capece Minutolo

Ridare vita alla Cappella Capece Minutolo nel Duomo di Napoli, fra i più pregevoli monumenti di arte medievale del Meridione, è l’obiettivo del progetto di restauro promosso dall’Associazione Friends of Naples sotto la sorveglianza della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici e Artistici di Napoli.

Gli interventi, iniziati alla fine di dicembre 2020 e finanziati dalla stessa Associazione Friends of Naples e dal Patronato gentilizio della famiglia Capece Minutolo, hanno ridato luce agli apparati decorativi del monumento. È stata restituita leggibilità ai manufatti artistici con un restauro di tipo conservativo sul pavimento cosmatesco – probabilmente eseguito dalle stesse maestranze che lavorarono ai pavimenti dell’Abbazia di Westminster a Londra –, sui sepolcri trecenteschi laterali di Orso e Filippo Minutolo e sugli affreschi duecenteschi attribuiti a Montano d’Arezzo, primo significativo esempio di diffusione nel Meridione del nuovo linguaggio coniato da Cimabue nel cantiere della Basilica di Assisi.

Cappella Capece Minutolo
Affreschi duecenteschi attribuiti a Montano d’Arezzo

L’interno vede in prevalenza uno stile gotico seppur con un’impronta d’avanguardia verso modi nuovi, riscontrabile soprattutto in alcuni particolari dei monumenti funebri. La cappella è di forma rettangolare ed è divisa in tre campate con volte a crociera, di cui l’ultima, che costituisce la tribuna, fu creata tra il 1387 e il 1412 su volere di Enrico Minutolo per collocare il suo monumento funebre.

Duomo di Napoli
Duomo di Napoli

Scopri altri tips che parlano di

CampaniaEdifici religiosiNapoli